Decreto Natale  disposizioni su tutto quello che si può e non si può fare dal 21 dicembre al 6 gennaio- clicca qui

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 dicembre 2020 - clicca qui

Ordinanza Presidente Regione Veneto n.156 del 24.11.2020

La nuova ordinanza della Regione Veneto entra in vigore il 25 novembre 2020 scadrà il 4 dicembre 2020 (data in cui entrerà in vigore il nuovo DPCM).

Mascherina sempre!
Obbligatorio uso della mascherina fuori casa (eccezione bambini, chi svolge attività sportiva, persone con patologie). L'abbassamento momentaneo per bevande o tabacchi limitato alla consumazione e nel rispetto della distanza di un metro sia seduti o in piedi.
Sport
Consentita l'attività sportiva presso parchi pubblici, aree verdi, rurali o periferiche nel rispetto della distanza di almeno due metri. L'attività motoria, come le passeggiate, a un metro di distanza. Escluse queste attività da località turistiche e centri cittadini.
Negozi di alimentari
Accesso consentito a una persona per nucleo familiare (salvo minori e persone con disabilità).
Mercati
Divieto di mercati all'aperto se non nei comuni che prevedono un piano dei sindaci: perimetrazione o delimitazione o cartelli, per convogliare accesso e uscita dei cittadini. Controllo su presenze e prevenzione di affollamenti. Sorveglianza pubblica o privata
IL MERCATO A CASALSERUGO CONTINUEREMO A FARLO! .
 Fascia per gli anziani
Raccomandato di riservare l'accesso agli esercizi di grande vendita alle prime due ore del mattino agli anziani.
Seduti
Dalle 15 fino alla chiusura l'attività di somministrazione di cibo e bevande si svolge esclusivamente con clienti seduti. Vietata consumazione bevante e alimenti in area pubblica.
Menù e buffet vietati
Somministrazione alimenti e bevante, gli esercizi devono rispettare le linee guida del Dpcm 3-11-2020, con menù digitale o supporto usa e getta cartaceo. Vietata ogni forma di buffet. Distanza di almeno un metro e su ogni tavolo non più di 4 soggetti non conviventi. Mascherina per ogni spostamento nel locale. Liquido igienizzante in entrata, sui tavoli e nei bagni.
Asporto
Consegne a domicilio fortemente consigliate.
Negozi: ingressi contingentati in modo molto dettagliati gli ingressi nei negozi. In tutti i negozi singoli o nei centri e parchi commerciali possono entrare al massimo:
- fino a 40 mq, può entrare 1 cliente alla volta;
- fino a 250 mq, possono entrare 1 cliente ogni 20 mq;
- sopra i 250 mq, 1 cliente ogni 30 mq.
Nelle code di attesa va rispettato il distanziamento di almeno un metro (il gestore è responsabile anche delle code). Il gestore è obbligato ad apporre all'ingresso appositi strumenti o apparecchi che indichino il numero massimo di presenze consentite, e garantisce tramite vigilanza o contapersone il  rispetto della norma. In caso di non rispetto della norma il negozio viene chiuso. Nel caso in cui sia accertata la volontarietà della violazione della norma, da parte dei clienti, potrebbe scattare la multa anche per loro. I singoli negozi nei centri commerciali avranno la loro singola capienza, e il centro commerciale avrà la sua capienza, che sarà la somma delle capienze dei singoli negozi.
Medici di medicina generale
Pediatra e medico di base diventano ufficiali di sanità pubblica per il Covid. Non faranno solo i tamponi ma potranno anche prescrivere la quarantena che è valida ai fini Inps.
 Domenica tutto chiuso
Restano chiuse le attività commerciali e i centri commerciali la domenica.
A Casalserugo e Ronchi abbiamo 80 persone che risultano positive al tampone. Non possiamo permetterci di abbassare la guardia! Rispettiamo le regole, facciamo attenzione anche alle piccole cose senza trascurare anche i gesti più semplici...
Solo così ne usciremo! Forza!!!
 
Ordinanza Presidente Regione Veneto n. 151 del 12.11.2020
 

ATTIVAZIONE CENTRO OPERATIVO COMUNALE (COC) A CASALSERUGO

Informo che a partire dal giorno 11 novembere 2020 sarà attivo il Centro Operativo Comunale (COC) per far fronte alla richiesta di spese a domicilio e medicinali e di sostegno per le famiglie in isolamento. Considerato il costante aumento dei casi di persone positive al tampone e di quelle che necessitano di supporto, ritengo che sia necessario un coordinamento tra gli organi preposti al servizio di assistenza sanitaria e logistica (Servizi Comunali, Croce rossa, Carabinieri, Protezione civile). Purtroppo le previsioni non sono buone, pertanto è opportuno predisporre quanto è nelle nostre possibilità per affrontare al meglio l'emergenza dei prossimi giorni. Limitiamo il più possibile gli spostamenti e le occasioni di incontro tra persone non conviventi. A tante parole facciamo fronte con i fatti e con l'impegno di tante persone che lavorano per la salute dei cittadini. Grazie per la collaborazione della Protezione Civile Casalserugo e della Croce Rossa Italiana - Comitato di Maserà di Padova -  attiviamo il servizio di consegna di trasporto e medicinali.
 
 
Aggiornamento casi positivi (al 10.11.2020):
 
L'aggiornamento sul numero dei positivi rischia di diventare solo un modo per soddisfare la curiosità delle tante persone che lo chiedono, se poi non c'è una maggior attenzione al rispetto delle regole. I 44 casi parlano da soli in un territorio come il nostro che, durante la prima ondata, si è distinto tra quelli che hanno avuto il minor numero di casi di positivi e di ricoveri. E' evidente che adesso c'è una stanchezza per il perdurare dell'emergenza ma non abbiamo alternative. Dobbiamo mettere in campo tutte le energie che abbiamo perchè purtroppo il cammino è ancora lungo. Le giornate ancora belle e la prospettiva sempre più probabile di doverci rinchiudere in casa di certo non aiuta, ma una scampagnata o anche una piccola trasgressione non vale la pena di un ricovero in ospedale o anche semplicemente di un isolamento forzato per diversi giorni. Ho contattato la maggior parte delle persone in isolamento e la dinamica è quasi sempre quella: contagio nell'ambiente di lavoro con conseguente propagazione in famiglia dove, in occasione degli incontri serali o festivi, vengono contagiati i nonni, zii, fidanzati, ecc ecc. che a loro volta portano il virus nelle loro case. A tutti noi pesa questa situazione, ma vi assicuro che sono i nostri medici di base i primi a lanciare un grido di disperazione perchè le forze si stanno esaurendo e la massa di persone che hanno bisogno di cure è sempre più imponente. Ci obbligheranno a farlo tra poco, ma nel frattempo iniziamo da soli ad usare la testa e a limitare i contatti con le persone. Anche durante le visite ai parenti usiamo le mascherine!!!! Pochi giorni fa, con pochi amici delle Associazioni d'Arma, abbiamo ricordato il sacrificio di tanti giovani in nome della Patria e della nostra libertà. Ci viene chiesto molto meno adesso. Rendiamo onore al sacrificio dei nostri padri con il nostro impegno, perché ciò che dovremmo fare, terminata questa pandemia, è ridisegnare una società ed un futuro sulla base dei nostri valori, valori che fanno parte della nostra identità, della nostra società occidentale, valori cristiani, di libertà e di democrazia, gli stessi valori che hanno spinto i nostri padri al sacrificio per la patria e che dovranno spingere anche noi verso il prossimo futuro.
 
Nuovo DPCM 04.11.2020: Veneto inserito tra le Regioni della zona gialla. Ecco le misure per il nostro territorio:
 
Alla luce di quanto comunicato in conferenza stampa dal presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, si comunica che tutte le misure previste dall’ultimo DPCM entreranno in vigore da venerdì 6 novembre fino a giovedì 3 dicembre. Inoltre il Presidente Conte, annunciando l'adozione da parte del Ministro della Salute Roberto Speranza di un'ordinanza con l'individuazione delle tre zone - gialla, arancione e rossa - ciascuna con proprie misure restrittive, ha comunicato che la Regione Veneto verrà inserita tra quelle a  livello di rischio "nazionale" (giallo) e quindi il Comune di Casalserugo preannuncia che entreranno in vigore le seguenti misure:
Dalle ore 22 alle ore 5 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute (da dichiarare con modulo di autocertificazione);
Didattica a distanza al 100% delle scuole secondarie di secondo grado (superiori), salvo i laboratori. Restano aperti in presenza nidi, scuole dell'infanzia (materne), primarie (elementari), scuole secondarie di primo grado (medie) con obbligo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie sopra i 6 anni;
I mezzi del trasporto pubblico non potranno accogliere più del 50% della loro capienza massima;
Chiusura al pubblico di teatri, biblioteche, cinema e musei;
Chiusura di mercati e centri commerciali nei festivi e prefestivi (tranne che farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, tabacchi ed edicole);
Nelle zone all`aperto (compresi parchi e aree gioco) resta comunque il divieto di assembramento e l'obbligo di rispettare la distanza di almeno un metro;
Consentiti eventi, competizioni e sessioni di allenamento sportive individuali e di squadra di interesse nazionale, a porte chiuse;
Rimangono chiuse piscine e palestre;
L'attività sportiva di base è consentita all’aperto con distanziamento sociale; 
Sospese attività di sale giochi, scommesse, bingo e casinò anche se svolte in locali adibiti ad altra attività (come le VLT nei bar e nelle tabaccherie);
Bar, pasticcerie e ristoranti sono aperti dalle 5 fino alle 18.  Fino alle 22 si può prendere cibo da asporto (con divieto di consumarlo nelle adiacenze del rivenditore o all’aperto). E' consentita la consegna a domicilio.
 
*   *   *   *
 
 
DPCM 25 ottobre 2020 e relativi allegati

Comunicato del Sindaco del 26 ottobre 2020:"Cari concittadini, è tempo di far sentire tutta la nostra solidarietà ai commercianti, titolari di palestre, di piscine e tutti colori che da oggi torneranno a soffrire gli effetti di questa crisi che non sembra mai finire.
Tutti gli esercizi commerciali in questi mesi hanno fatto il necessario per rendere i loro ambienti sicuri.
Nessuno di loro merita di rischiare la chiusura definitiva. Siamo persone  abituate ad affrontare i problemi e a risolverli.
Continuiamo, anzi, compriamo sempre di più nei nostri negozi di vicinato. Abbiamo la fortuna di avere negozi che offrono tutto il necessario! Abbiamo sempre avuto bisogno di loro, adesso sono loro che hanno bisogno di noi. Comprate nei negozi di vicinato e passerà anche questa ondata!
Facciamo sentire l'ondata della nostra solidarietà
E' stato firmato nella notte il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Le misure saranno valide da domani, lunedì 26 ottobre 2020, al 24 novembre 2020. Ecco le principali misure contenute nel documento:
NUOVO QUADRO DI RESTRIZIONI RACCOMANDATO DI RIMANERE NEL COMUNE DI RESIDENZA: È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non presenti nel Comune;
CARTELLI NEI LOCALI CON NUMERO MASSIMO DI POSTI DISPONIBILI: È fatto obbligo nei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché in tutti gli esercizi commerciali di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo;
PARCHI: Sono sospese le attività dei parchi tematici e di divertimento;
 EVENTI SPORTIVI: Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive, riconosciuti di interesse nazionale dal CONI, nei settori professionistici e dilettantistici. Restano consentiti gli eventi e le competizioni sportive, nonché le sedute di allenamento degli atleti agonisti, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico;
PALESTRE/PISCINE: Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;
ATTIVITÀ MOTORIA: L’attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento;
SALE GIOCO: Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo e casinò;
SPETTACOLI: Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto;
BALLO: Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso;
FESTE: Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose;
ABITAZIONI PRIVATE: Con riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza;
CONVEGNI/FIERE: Sono sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza;
SCUOLA: Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, per una quota pari al 75 per cento delle attività, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l'eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l'ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9,00;
RISTORANTI/BAR:
A decorrere dal 26 ottobre 2020, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi
dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico;
resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze;
PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI: Le pubbliche amministrazione dispongono una differenziazione dell’orario di ingresso del personale. È raccomandata la differenziazione dell’orario di ingresso del personale anche da parte dei datori di lavoro privati. È fortemente raccomandato l’utilizzo della modalità di lavoro agile da parte dei datori di lavoro privati


DPCM 18 ottobre 2020 in vigore dal 19 ottobre - Allegato A) al DPCM 18.10.2020:

Le attività dei servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5 alle ore 24 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo; in assenza di consumo al tavolo l’orario di chiusura dovrà essere anticipato alle ore 18;
È sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino alle ore 24, la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze;
È obbligo per gli esercenti di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo;
Le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo sono consentite dalle ore 8 alle ore 21;
Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso. Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto;
Le feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose sono consentite con la partecipazione massima di 30 persone, fermo il rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti;
Con riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di evitare feste, nonché di evitare di ricevere persone non conviventi di numero superiore a sei;
Sono vietate le sagre e le fiere di comunità. Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale;
Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza;
L’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale e non sono consentite gare e competizioni. Sono altresì sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale;
Nell’ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni; è fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza;
Fermo restando che l’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza, per contrastare la diffusione del contagio, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9;
Le Università predispongono piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari in presenza e a distanza in funzione delle esigenze formative;
I sindaci possono disporre la chiusura al pubblico, dopo le ore 21, di vie o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.
La situazione dei contagi è di una persona positiva al Covid e una persona in isolamento precauzionale
 

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE VENETO del 26.06.2020 - clicca qui per aprire il file  - allegato 1 - allegato 2 - allegato 3

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE VENETO del 14.06.2020 - clicca qui per aprire il file

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dell'11.06.2020 -  clicca qui per aprire file

*   *  *

SPESA SOLIDALE A CASALSERUGO  - DONAZIONI PER SOSTEGNO ALLE ATTIVITA' E FAMIGLIE

Continuano le iniziative dell'Amministrazione per dare un sostegno alle famiglie in difficoltà economica.

Puoi consegnare parte della tua spesa presso la sede della Protezione Civile in Municipio oppure chiama il numero 3429799528 per il ritiro a casa da parte di un volontario.

Per richiedere una spesa chiama il n. 342 97 99 528 un nostro volontario la consegnerà a casa

Per aiutare attraverso una donazione destinata a famiglie in difficoltà (ricevo richieste per pagamento bollette, pagamento affitti, connessione aggiuntiva per garantire il servizio lezioni on line, ecc) mettiamo a disposizione il conto corrente dell'Associazione Auser che, in collaborazione con i Servizi Sociali, provvederà ad aiutare le situazioni con problemi ad affrontare queste settimane di emergenza.

IT 70 R084 5262 5000 3013 0056 138 - AIUTA LA TUA COMUNITA'

Vi ringrazio per la disponibilità che molti hanno già dimostrato e per tutti coloro che, in tanti modi, si vogliono rendere utili per il bene comune

 

Informazioni dal SISP.

Le persone di rientro da Spagna, Grecia, Croazia, Malta sono obbligate ad autodichiararsi al Sisp inviando email con nominativi a emergenzacovid19@aulss6.veneto.it oppure chiamando il 800032973. Obbligo tampone entro 48h dall'arrivo e isolamento fiduciario fino all'esito del tampone.

21/12/2020